Grano: guerra globale!

Produrre grano, agli italiani conviene ancora? Arare, curare, irrigare la terra, mietere le spighe, inaiare, battere il grano e infine macinarlo, impastarlo, cuocerlo: amore, rispetto e sacrificio del vero contadino. Oggi un pacco di pasta su 3 è fatta di grano straniero come anche il 50% del pane venduto in Italia.

 

Una tradizione, quella del grano, tutta made in Italy, messa sotto scacco dalle logiche del mercato internazionale che hanno creato solamente malumore tra i produttori italiani. Francia e Canada prima, Ucraina oggi sono i fornitori di tonnellate di grano dell’ Italia. Una vera e propria invasione di prodotto.

 

Europa al centro di tutto; il grande ” granaio d’ Europa. Intanto i prezzi del grano duro in Italia solamente nei primi mesi del 2016 sono crollati del 31%; mettendo a rischio il futuro del ” Granaio Italia”: 300 mila aziende agricole che producono grano, un territorio di circa 2 milioni di ettari in pericolo di desertificazione e la garanzia del Made in Italy. Chi garantisce qualità e sicurezza dei raccolti?

 

Chi vigila sullo sbarco di grano straniero destinato alla produzione di pane e pasta? Nessun problema dalle associazioni di categoria di sempre e dal governo: vigono le convenzioni internazionali che permettono il commercio. La qualità diventa fattore discriminante rispetto all” 80% delle vendite che fa il prezzo. Nessuna battaglia ideologica, nessuna guerra del grano, nessun legame con le case farmaceutiche e nessun controllo alla micotossina… Tranquilli è solamente la guerra del grano legata al profitto!

 

La Lega della Terra propone:

-controlli qualitativi e dazi al grano estero

-certificazione reale del Made in Italy

-creazione di un piano nazionale per incrementare la produzione di grano nazionale e grani antichi.

 

Lega della Terra Ufficio Stampa

ufficiostampa@legadellaterra.info

13621625_10209875334864655_1031478104_o

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.